Strudel campagnolo

Questa è la storia di un matrimonio d'amore. Non sto scherzando. Ho assaggiato questo strudel al matrimonio della mia amica Elisa. E' stato un matrimonio country style, in un bellissimo agriturismo nel Magentino (alle porte di Milano) sotto un portico allestito meravigliosamente e dove ci hanno servito cibo genuino. Di solito ai matrimoni mangio poco. Ci sono sempre cibi troppo ricercati, tanto che invece essere raffinati, risultano stucchevoli e, spesso, mono-sapori. Qui invece, ricordo perfettamente, di aver mangiato tutto e di essermi letteralmente innamorata di questo strudel che io ho battezzato campagnolo data la presenza delle verdure dell'orto. 

Per 4 - 5 persone

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda

2 zucchine medie

1 peperone giallo piccolo

200 g di ricotta vaccina

olio evo, sale, pepe, semi di papavero, latte q.b.

Lavare, mondare e tagliare il peprone a tocchetti e le zucchine a rondelle. In una padella capiente, scaldare poco olio e portare i peroni quasi a cottura poi unire le zucchine, salare e completare la cottura. Lasciar raffreddare. In una ciotola capiente versare la ricotta e condire con poco olio, sale e pepe. Mescolare bene e unire le verdure. Mescolare ancora. Srotolare la sfoglia direttamente sulla teglia da forno e versare al centro la farcia. Arrotolare la sfoglia su se stessa e sigillare bene i bordi. Pennellare la superficie con poco latte e cospargere con i semi di papavero. Con un coltello con la punta, praticare dei tagli dai quali far uscire il vapore. Cuocere in forno statico a 200° per 20 minuti.

Consigli

La ricetta originale prevedeva melanzane invece delle zucchine. Io l'ho sostituita perchè non ne avevo a disposizione. Naturalmente, potete usare le verdure a vostra disposizione.

I semi di papavero sono facoltativi e sostituibili con sesamo, lino, girasole..a vostro piacere.

Al matrimonio della mia amica Elisa ho fatto la torta! Di fimo ^_^ come portapenne!
Al matrimonio della mia amica Elisa ho fatto la torta! Di fimo ^_^ come portapenne!