Vegetariana

Pomodori ripieni di riso

Agosto 2019

I pomodori ripieni di riso sono uno dei piatti della cucina romana che mi hanno sempre attirata, ma che ritenevo difficilissimi da fare e che quindi ho sempre evitato (insieme ai carciofi alla Giudia). Altro aspetto, non secondario, è che la tradizione vuole che vadano cotti al forno. Considerando che i pomodori buoni, quelli che sanno davvero di pomodoro, si trovano solo in estate e che le temperature in questa stagione sfiorano quelle della lava, ero ormai rassegnata a non mangiarli. Il caso però ha voluto che vedessi delle stories di @zuccaviolina su Instagram in cui raccontava di come la sua nonna preparasse questi pomodori in teglia, sui fornelli. Mi si è accesa una lampadina e ho provato. Naturalmente ho apportato qualche modifica (non ultima i pomodori usati perchè qui non ho mai trovato i pomodori da riso) ed ecco come ho fatto un pò seguendo la ricetta di famiglia di Marta e un pò facendo di testa mia..

Per 3 persone

6 pomodori ramati maturi, ma sodi 

2 patate medie a pasta gialla

1 spicchio d'aglio

1 ciuffo di basilico

olio evo, sale e pepe q.b.

1 cucchiaio di riso Ribe parboiled per ogni pomodoro (quindi 6 cucchiai di riso)

Lavare i pomodori e tagliare la calottina superiore che dovrà essere tenuta, fungerà da coperchio. Svuotare i pomodori e raccogliere la polpa e il succo in una ciotola. Salare leggermente l'interno dei pomodori e metterli a scolare su una griglia in modo che perdano un pò d'acqua (sarà sufficiente lasciarli così per il tempo di preparazione del ripieno). Tagliare la polpa dei pomodori a dadini e condirli con l'aglio tagliato sottile, il sale, il pepe, il basilico spezzettato con le mani e poco olio. Aggiungere il riso e mescolare bene. 

Lavare le patate, pelarle e tagliarle a spicchi non troppo grandi cercando di farli più o meno delle stesse dimensioni. In una casseruola dai bordi alti e con il fondo abbastanza spesso e antiaderente, versare un cucchiaio d'olio, riempire i pomodori con il ripieno, coprirli con la calottina e adagiarli in pentola cercando di farli rimanere in piedi. Per aiutare i pomodori a mantenersi dritti mettere i pezzetti di patate fra un pomodoro e l'altro. Salare. oliare la superficie e aggiungere acqua fino a portarne il livello alla metà dei pomodori. Accendere il fuoco e tenerlo vivace finchè l'acqua non arriverà a bollore dopo di che abbassare la fiamma a media e portare a cottura. Se necessario coprire con coperchio lasciando uno spiraglio per far uscire l'eccesso di vapore, ma agevolare la cottura del riso e delle patate. Quando le patate saranno cotte, sarà cotto anche il riso.

Consigli

La ricetta originale prevede l'uso della mentuccia romana per aromatizzare il ripieno dei pomodori, a me non piace e quindi ho usato il basilico, ma potete usare le erbe aromatiche che più vi piacciono.

Io ho usato pomodori di medie dimensioni calcolandone due a testa.

Lasciate evaporare bene l'acqua, se avrete usato una casseruola dal fondo spesso e antiaderente si formerà una bella crosticina, ma non si brucerà nulla!