Vegetariana

Mini strudel Sangria

Sere d'Estate, amici e aperitivi in giardino chiamano: Sangria!!! Ma solo io ho amici che della frutta non ne vogliono sapere? Si bevono il vino e lasciano la frutta! E che si fa? Si butta? Sacrilegio! E poi..così bella aromatizzata alla Sangria è ancora più buona quindi doppio sacrilegio e allora io ci faccio degli strudelini! Quando vado in Alto Adige faccio scorpacciate di Strudel di mele, albicocche, frutti di bosco..una bontà pazzesca, così ho pensato di "riciclare" la frutta della Sangria creando questi piccoli scrigni.

Per 4 Strudel

300 g di frutta mista (io ho usato ½ prugna nera, ½ mela golden delicious, 2 fette di arancia, 6 - 7 lamponi, ½ pesca bianca (il tutto è rimasto a marinare nella Sangria per qualche ora)

2 cucchiai di zucchero di canna Demerara

½ cucchiaino di cannella

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

poco latte (per spennellare)

pangrattato q. b.

zucchero di canna Demerara da spolverizzare in superficie

Dopo averla scolata da eventuali residui di vino, In una padella adagiare la frutta a pezzettini che è avanzata dalla Sangria, aggiungere lo zucchero di canna e la cannella, lasciar cuocere fino a quando la frutta risulterà morbida, ma non sfatta. Spegnere e lasciare raffreddare. Srotolare la sfoglia e dividerla in 4 rettangoli. 

Spolverare poco pangrattato su ogni rettangolo. Dividere la frutta in 4 porzioni, adagiarla sulla sfoglia e chiudere ogni singolo strudel arrotolandolo su se stesso e chiudendo bene, pizzicando i lati corti. Adagiare gli strudel su una teglia rivestita di carta da forno. Incidete la parte superiore formando dei tagli obliqui che serviranno a far uscire il vapore in eccesso. Pennellare ogni strudel con poco latte (o acqua o uovo battuto) e spolverizzare la superficie con poco zucchero di canna. Infornare a 200° con modalità statico per 17 minuti. La superficie dovrà risultare dorata.

Consigli

Io ho usato una bottiglia di Sangria già pronta (in vendita al super) a cui ho semplicemente aggiunto la frutta che avevo a disposizione. Se desiderate preparare la Sangria, usate un vino rosso corposo 1 litro, 2 pesche bianche, 1 arancia e 1 limone, 1 mela golden, 100 g di zucchero e 1 steccha di cannella. Lasciare macerare anche una notte in frigorifero e servire fredda.

Se partite da una Sangria pronta, come ho fatto io, potete aggiungere la frutta che preferite senza troppo badare alla ricetta tradizionale.

Spolverizzare il pangrattato sulle sfoglie prima di versare la frutta serve ad assorbirne l'umidità in modo da evitare che rimangano mollicce.