Involtini di Indivia Belga

Ho assaggiato questo contorno a casa di mia zia Patty ed è stato subito amore! Dico contorno, ma è riduttivo, può essere considerato tranquillamente un antipasto, può essere servito per un signor aperitivo e fare anche da piatto unico. Quel che so è che vi converrà preparare molti involtini perchè sono così sfiziosi da terminare subito!

Per 4 persone

2 cespi di Indivia Belga belli grossi

80 g di Speck tagliato a fettine sottili

2 cucchiai di pangrttato rustico (di pane misto e non troppo fine)

1 mandarino bio (scorza grattugiata)

olio evo, timo secco, sale e pepe q. b.

Tagliare i cespi di insalata in verticale in modo da ottenere due metà. A seconda di quanto sono grandi i cespi, tagliare a loro volta le metà in due, tre o quattro parti*. Lavare gli "spicchi" di insalata ottenuti e farli sgrondare dell'acqua in eccesso. Nel frattempo preparare la panure grattugiando la scorza di mandarino, mescolarla al pangrattato e al timo, salarla e peparla piacere. Aggiungere un filo d'olio e mescolare bene. Ungere una teglia da forno. Riprendere gli spicchi di insalata e avvolgere ognuno in mezza fettina di Speck. Disporre gli involtini sulla teglia e cospargerli con la panure preparata. Cuocere in forno statico a 175° per 20 minuti.

Consigli

*Io ho ottenuto 8 spicchi per cespo.

Ho usato la scorza edibile di una Clementina che si chiama Tango, prodotta in Calabria, ma se non doveste trovarla potete sostituirla con la scorza di altri agrumi bio a vostra scelta.

Potete aggiungere alla panure del formaggio grattugiato, se lo usate, tenetene conto diminuendo la dose di sale.

Il pepe è facoltativo.