Insalata Thay

Il caldo improvviso che si è scatenato tutto in una volta  mi ha spossata parecchio. Insomma, fino a settimana scorsa freddo, pioggia a non finire e piumino, da un paio di giorni: maniche corte! Poco male, tiriamo fuori dal cilindro una ricetta molto interessante che ho assaggiato per la prima volta l'anno scorso a casa della mia amica Elisa. L'insalata Thay: è saporita e personalizzabile, ma un ingrediente must a cui non dovete rinunciare è la papaya verde. 

Purtroppo la papaya acerba non è facilissima da trovare perchè recentemente, sul mercato, sono stati introdotti frutti tropicali "ready to eat" cioè al punto giusto di maturazione per essere mangiati. Se siete amanti di avocados & co. è una buona cosa, perchè, io per esempio, non so mai capire quando la frutta esotica è matura. Nel caso della papya quando l'ho vista verde all'esterno e dura come il muro ho capito che era quella adatta ^_^. Alcuni siti, anche di persone che vivono in Thailandia, suggeriscono che il sapore della papya acerba ricordi quello della mela verde e di sostituirla tranquillamente con queste. Onestamente l'unica attinenza che trovo è la croccantezza. Il sapore cambia completamente e l'insalata perderebbe anche quel tocco esotico che la rende interessante. 

Per 4 - 5 persone

1 papaya verde (acerba)

200 g di insalatina mista tagliata fine

60 g di gamberetti piccoli boreali (anche surgelati)

olio evo q.b.

sale q.b.

2 lime (succo)

Cognac q.b.

1 manciata di noccioline salate

Se si usano i gamberetti surgelati è meglio decongelarli prima di usarli, in modo che non si formi troppa acqua durante la cottura. Versare poco olio in una padella e aggiungere i gamberetti. Mantenere il fuoco vivace, la cottura sarà breve per evitare che i gamberetti diventino gommosi, e sfumare con poco Cognac. Lasciar asciugare il fondo di cottura, non salare, e spegnere il fuoco. Lasciar raffreddare e tenere da parte.Lavare e asciugare l'insalata. Tagliare la papaya, togliere i semi e la buccia e tagliare la polpa a fette e poi a pezzettini non troppo piccoli. Unire la papaya all'insalatina e aggiungere le noccioline.Per preparare il condimento spremere i lime e versarne il succo in un barattolino richiudibile insieme al sale e all'olio. Chiudere il barattolo e agitarlo per miscelare gli ingredienti. Condire l'insalata poco prima di servirla.

Idea di presentazione

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

latte q.b.

Con il mattarello stendere ulteriormente la sfoglia per renderla un po' più sottile. Ricavare 6 rettangoli di proporzioni simili. Tagliare gli angoli di ogni rettangolo e sovrapporli sul lato opposto. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e pennellare i bordi con poco latte. Cuocere in forno statico a 200° 15 minuti.

Una volta pronte le sfoglie, sfornarle e lasciarle raffreddare. Servire l'insalata Thay all'interno delle sfoglie.

Consigli

Scegliete il tipo di insalata che preferite, ma ricordate che deve essere tagliata molto fine.

Io ho scelto di usare i Gamberetti Boreali piccoli, ma potete usare il tipo di gamberi che preferite.

Potete sostituire il succo di lime con quello di limone, ma perdereste un pò del gusto del piatto tipico.

Per dare ulteriore croccantezza all'insalata potete aggiungere anche del finocchio.