Il mio Fuori Salone 2018

Il Fuori Salone è un corollario di eventi, tutti molto fashion, che fanno da sfondo a una delle manifestazioni più importanti che si tengono a Milano annualmente: il Salone del Mobile. Non è affatto marginale e, anzi, con l'andare degli anni, assume sempre più carattere importante a sua volta. La mondanità è la caratteristica principale del Fuori Salone. Ogni evento è studiato per stupire e per attirare il maggior numero di persone possibile. Lo scopo è presentare il design e le nuove tendente in ambito abitativo e si parla di tutta l'abitazione: dal costruire green, alla rubinetteria. Nulla è veramente marginale, tutto può diventare cool e argomento di conversazione. Il fatto poi che il Fuori Salone occupi pacificamente tutta la città è una caratteristica che lo rende ancora più attraente. L'area per antonomasia del Fuori, è zona Tortona. Ex area di fabbriche dismesse e recuperata "alla grande" che ora viaggia sullo stile di Brera, peraltro altra zona calda degli eventi Fuori. E poi? Io vi porto altrove. In una zona meno "calda", ma altrettanto interessante nonchè accogliente. Sui Navigli, tra Porta Genova e San Cristoforo, in uno spazio favoloso, altro capannone recuperato, la MegaWatt Court che per questa occasione ospita l'Asia Design Pavillion. 

All'interno numerosi spazi espositivi riguardanti ogni possibile e immaginabile oggetto reso design: dai gioielli ai tappeti, dalle lampade alle scale, dai libri alle sedute improbabili per passare..dalla cucina! Argomento sul quale mi voglio ovviamente soffermare io.

Il Milanese "moderno"

riassunto di quel che ho visto è: Sushi, Schiscetta, Aperitivo, Design.
Vediamo come:
Sushi, si, ma creativo e..di carta. Avete capito bene! Cohana, azienda Giapponese, propone, con il design di Miya Suwa, un origami intagliato e coloratissimo per tenere insieme le bacchette e per appoggiarle durante il pasto. "Un oggetto elegante e grazioso per abbellire la tavola di ogni giorno da condividere con gli amici più cari, così come per dare il benvenuto agli ospiti". E sono davvero belli!


Schiscetta, chi non conosce il porta pranzo tipico milanese? A proporlo questa volta è un'azienda Thailandese, Charm - Line che si propone di "rappresentare lo stile di vita Thailandese" che guarda caso, incontra anche quello milanese. Una serie di "piatti" impilabili tenuti insieme da una striscia di pelle e reperibile in vari colori danno vita a "Pinto" (l'equivalente di schiscetta). Immaginatevi mentre girate per l'esposizione e attratti da questi oggetti colorati e vagamente familiari vi avvicinate per guardare meglio. Una ragazza molto giovane con un marcato accento asiatico vi indica l'oggetto della vostra curiosità e vi dice: schiscetta! E' stato amore..


Aperitivo e qui, altro che amore! Piattinis designed by Aarch-Mi propone una serie di piattini. Semplicissimi piattini che però possono essere interpretati in mille modi. Loro propongono: aperitivo, componibile, modulare, souvenir, città, ideale, frammento, ricordo, coppia, singolo, differenti. Ma cos'hanno di particolare questi piattini? Sono parti di città, in questo caso Milano, impressa sul piattino e questo, se permettete, è moooolto figo!

Design. Vi siete mai soffermati a pensare a quanto cavolo sia bello un broccolo romanesco? Scusate il gioco di parole, ma è così e quel che si propone di fare jihyundavid.com è di tirare fuori il cibo dal frigorifero e godercelo con gli occhi. Lo slogan è "SAVE THE FOOD FROM THE FRIDGE". Come e perchè? La prima risposta è già stata data, molti cibi sono proprio belli da vedere e chiuderli nel frigo non ce li fa ammirare. Ho perso il conto di quante volte ho letto che amate andare al mercato per circondarvi di colori e profumi: perchè non farlo anche a casa? Sì, ma come? E poi il cibo lo guardo e lo butto? Ovviamente il progetto riguarda solo i cibi che possono essere conservati anche fuori dal frigorifero e così non ce li dimenticheremmo là dentro! Quante volte capita di acquistare delle verdure che poi dimentichiamo? Avendole sotto gli occhi per ammirarle ci ricorderemmo anche di..mangiarle! Sì, ma come? Qual è l'idea design che c'è dietro? E' Leafy Base, un piccolo vassoio di marmo che fa da supporto alle verdure. Di forma concava, permette di aggiungere poca acqua per il mantenimento ideale delle verdure. Geniale!

Potevo poi mancare di assaggiare qualcosa di tipico, ma italianizzato al punto giusto? No! E allora ecco il gelato gusti zenzero, wasabi, matcha, yuzu, anko, sesamo nero..il locale di prossima apertura in via San Gregorio si chiama Oriental e non so se sarà bello, ma il gelato merita! Per i miei gusti lo zenzero è super!

Per chiudere un pò di installazioni fini a se stesse, ma mooooolto cool!

E un altro giardino zen.