Vegana

Crema di topinambur

Sapevate che i topinambur vengono chiamati anche carciofi di Gerusalemme per via del loro sapore che richiama quello del carciofo? E sapevate che è considerato un tubero della salute per via delle sue molte proprietà benefiche (combatte l'anemia, aumenta le difese immunitarie, disintossicante, accelera il metabolismo, riduce i livelli di zucchero nel sangue, combatte stress e stanchezza) e si può mangiare anche crudo? Io no! Però mi piacciono molto! In questa ricetta ve li propongo sotto forma di vellutata calda e confortante per affrontare i primi veri freddi..

Per 2 persone

1 porro medio

2 topinambur grandi

1 l di brodo vegetale

olio evo e sale q.b.

1 pagnotta integrale

preparato per bruschetta

Lavare, mondare e tagliare il porro a rondelle sottili e i topinambur a dadini piuttosto piccoli. Scaldare poco olio in una casseruola capiente, aggiungere il porro e lasciarlo stufare. Aggiungere i topinambur, coprire con il brodo vegetale, aggiustare di sale e portare a cottura a fuoco medio coperto. Dalla riprsa del bollore, calcolare circa mezz'ora. Nel frattempo tagliare la pagnotta a fette non troppo spesse e tostarle. Condire con poco olio evo e il preparato per bruschette. Quando le verdure saranno cotte, frullarle con il frullatore a immersione. Servire la vellutata condita con un filo d'olio e accompagnate dalle bruschette.

Consigli

Se no avete il preparato per bruschette potete condire il pane con poco olio, sale e una strofinatina d'aglio.