Cipolline in agrodolce

La prima volta che ho assaggiato le cipolline in agrodolce avevo circa 5 o 6 anni. Un cugino di mio padre gestiva un albergo a Salò, sul lago di Garda. Un posto favoloso dove si mangiava divinamente, a detta degli altri, io ero ancora nella fase in cui non mangiavo nulla, ma proprio nulla! Non so come siano riusciti a convincermi ad assaggiare le cipolline, ma ricordo perfettamente che mentre gli altri mangiavano di gusto ogni pietanza io ero l'unica con una scodellina colma di cipolline ed ero la bambina più felice del mondo. Magari un intero pasto costituito da cipolline non è proprio bilanciato, ma è innegabile che le cipolle facciano bene. Sono ortaggi ricchi di vitamine e vengono consigliate nelle diete drenanti perchè aiutano la diuresi e se tutti i commensali le mangeranno nessuno si lamenterà dell'alitosi!

Per 4 persone

1 kg di cipolline borettane da pulire

1 cucchiaio di olio evo

sale q. b.

pepe q. b.

2 cucchiai di aceto di vino bianco

1 - 2 cucchiaini di zucchero di canna Demerara

Portare a bollore abbondante acqua non salata. Lavare le cipolline e tuffarle nell'acqua bollente. Alzare il gas e calcolare una cottura di 10 minuti dalla ripresa del bollore. Scolare le cipolline e sbucciarle. In una padella capiente scaldare l'olio a fuoco medio e versare le cipolline. Aggiungere lo zucchero e lasciar caramellare. Sfumare con l'aceto bianco, aggiustare di sale e aggiungere il pepe, mescolare bene. Aggiungere un dito d'acqua (le cipolline devono essere coperte fino a metà), coprire con un coperchio e portare a cottura. Se le cipolline non sono troppo grandi, dovrebbero bastare una ventina di minuti. Testare la cottura inforchettando una cipollina: se è tenera togliere il coperchio e lasciar asciugare un pò il fondo di cottura che non dovrà comunque asciugare del tutto altrimenti aggiungere ancora un po' d'acqua e proseguire la cottura a piacere.

Consigli

Per risparmiare tempo si possono comprare le cipolline già sbucciate.

Se non amate il gusto pungente dell'aceto di vino bianco, potete sostituirlo con la stessa dose di aceto balsamico tenendo conto di diminuire la dose di zucchero di canna per evitare che il piatto finito sia troppo dolce.